Biografia Artistica

Biografia

Beatrice Brandini nasce a Firenze nel 1966. Vive e lavora tra Firenze e Milano. Fin da piccola respira arte e per mezzo del padre che possiede una galleria e organizza eventi culturali e mostre, conosce artisti di fama mondiale. Si diploma come stilista di moda con la costumista Anna Anni e dopo la maturità si iscrive all’Università di Lettere con indirizzo Storia dell’Arte, mentre la frequenta però viene ammessa al Polimoda (Politecnico Internazionale della Moda) dove si specializza in Design della Moda. Dopo gli studi lavora per molti anni come “designer” ottenendo risultati e soddisfazioni eccezionali con varie e prestigiose aziende di moda e sportive. L’esperienza più importante e duratura (oltre 13 anni) è con una multinazionale sportiva e lifestyle leader del mercato. In questi anni approfondisce la sua conoscenza di Moda, Design e Management, con partecipazioni agli incontri “tendenze” del Comitato Moda; seguendo seminari organizzati da Suitex International; frequentando un corso alla Bocconi – Sistema Moda; collaborando con lo IED di Milano al progetto per il master RSP Fashion & Textile Design . Di rilievo anche la collaborazione con Renè Gruau, con il quale crea una campagna pubblicitaria. L’ amore per l’arte però è così forte che oltre a renderla una collezionista, la induce ad intraprendere anche la strada di artista, una nuova sfida per poter sfogare “liberamente” la sua naturale indole creativa.

Critica

Osservando le opere di Beatrice Brandini si prova un senso di piacevole trasporto in un mondo di fantasia e infanzia, dove tutto è meno “imperfetto”, procurando allo spettatore un immediato senso di beatitudine. Le protagoniste, ninfette, con sguardi timidamente innocenti, curiosi e meravigliati, sono un segno grafico ricorrente. Esse sono riprese in una frazione di tempo che ne anticipa l’ingresso nell’età adulta. Talvolta invece è la mancanza del volto a caratterizzare il soggetto, aspetto che vuole lasciare nell’occhio di chi guarda, una maggiore libertà di immaginazione. Gli sfondi, altro elemento distintivo, raffigurano spesso figure geometriche, fiori immaginari ecc., che si integrano perfettamente con i soggetti. Le rappresentazioni “creative” di queste giovani donne, un po’ sexy e un po’ infantili, emanano una particolare attrazione. L’immancabile simbolo riconoscitivo però, è sempre una “SCIARPA”, a volte anche l’unico indumento indossato, che le protegge e le rassicura dalla carenza di affetto. Le opere sono spesso prive del senso della prospettiva, effetto voluto, poiché quello che interessa è cogliere il senso dello spazio attraverso il corpo sospeso nel “vuoto”.

Percorso artistico

  • 2009 pubblicazione su volume “Arte Nuova”, edito da Mondadori con testo critico di Paolo Levi.
  • Febbraio 2010: “Immaginifica”, mostra collettiva presso la Galleria Unique di Torino e articolo relativo alla mostra sul n.7 del Corriere dell’Arte.
  • Aprile – Maggio 2010: “ItaliArts”, mostra collettiva presso l’Istituto di Cultura Italiano di Colonia (Germania) e  pubblicazione sul catalogo ItaliArts con testo critico di Massimo Pasqualone.
  • 2010 Mostra collettiva presso il Museo Civico di Arte Moderna “G. Sciortino” in Monreale e pubblicazione sul volume “Una raccolta di Arte contemporanea italiana” edito dal Centro Diffusione Arte e curato da Paolo Levi.
  • Marzo 2011 partecipazione alla prima edizione della fiera “Artisti in Mostra” a Parma con relativa pubblicazione sul catalogo generale della mostra.
  • Luglio 2011 “Omaggio a Pier Paolo Pasolini, venti artisti rendono omaggio”mostra collettiva presso la galleria Quantum Gallery di Roma.
  • 2011 Gennaio/Febbraio pubblicazione sul n.1 della rivista “Effetto Arte” diretto da Paolo Levi con testo critico di Salvatore Russo.
  • Luglio/Agosto 2011 selezione e riconoscimento del premio “Eccellenza Stilistica” indetto e promosso dal Centro Diffusione Arte, con relativa pubblicazione sulla rivista Boè.
  • Settembre 2011 pubblicazione sul volume “Arte in Tricolore” in concomitanza con le celebrazioni per i 150 dell’Unità d’Italia, patrocinato dal ministero per i beni e le attività culturali.
  • Novembre/Dicembre 2011 pubblicazione sul n. 6 della rivista “Effetto Arte”, rubrica Sguardo Critico.
  • Gennaio/Febbraio 2012 pubblicazione sul n.1 della rivista “Over Art” diretta da Sandro Serradifalco.
  • Marzo 2012 partecipazione in collettiva alla seconda edizione della fiera “Artisti in Mostra” a Parma, con pubblicazione sul catalogo generale.
  • Luglio/Agosto 2012 pubblicazione sul n. 4 della rivista “Effetto Arte” , sezione Effetti Collaterali speciale gallerie estere IN THE WORLD.
  • Premio Internazionale della Pace nell’Arte G.O.M.P.A. con relativa pubblicazione sul catalogo della mostra e sulla rivista Over Art Giugno 2013.
  • Novembre 2015: Mostra collettiva “Artigianato è Arte” presso Pio Istituto Dè Bardi – Firenze.
  • Aprile 2016: Mostra collettiva “Artigianato è Arte” presso Pio Istituto Dè Bardi – Firenze.
  • Ottobre 2016: Mostra collettiva con l’associazione Artisti in Toscana “Artisti di Scandicci” presso il Castello dell’Acciaiolo – Scandicci.
  • Novembre 2016: In occasione delle celebrazioni dei 50 anni dell’alluvione di Firenze, mostra collettiva presso Basilica di San Lorenzo – Firenze.
  • Maggio 2017: Mostra collettiva di artisti contemporanei presso l’Auditorium al Duomo di Firenze.