Il Kitsch di moda, ovvero ardite e stravaganti combinazioni protagoniste del prossimo autunno inverno.

1

Bozzetti di Yves Saint Laurent dalla collezione Liberation del 1971

2 Fashion Personality

“Fashion Personality” di Beatrice Brandini

Le donne al loro peggio…” così veniva definita la sfilata Yves Saint Laurent Primavera Estate del 1971 nelle pagine di The Daily Sketch. 

3

Yves Saint Laurent con le sue modelle, collezione “Liberation”, 1971

4 emilio pucci   5 pucci

Emilio Pucci A / W 2015 – 16

6 ysaint laurent   7 ysl

Yves Saint Laurent A / W 2015 – 16

8 au jour   9

Au Jour le Jour A / W 2015 – 16

10 au jour le jour   11 le jour

Au Jour le Jour A / W 2015 – 16

Sono passati quasi cinquant’anni, ma le passerelle delle ultime stagioni, soprattutto quelle del prossimo Autunno, sembrano proprio ispirarsi a quella sfilata (Collezione “Liberation” appena celebrata nella bella mostra alla Fondazione Pierre Bergé – Yves Saint Laurent di Parigi “La Collection du scandale”).

12 blugirl2    13

Blugirl A / W 2015 – 16

14 gucci   15 gucci2

Gucci A / W 2015 – 16 

16   17

Gucci A / W 2015 – 16

18 I m isola marras

I’s Isola Marras  A / W 2015 – 16

Se vediamo le immagini tratte da alcune sfilate dell’Autunno/Inverno prossimo, in alcuni casi parlare di “azzardo” “fantasia” “eccentricità” è dir poco. Infatti stilisti e blasonate case di moda si sono lasciate andare, proponendo una moda fatta di fantasie arditamente abbinate insieme, di tessuti impalpabili accostati a lane grezze, grosse, infeltrite, di stampe fumetto poco ludiche e molto kitsch, di colori psichedelici accostati insieme. 

19 chanel   20

Chanel A / W 2015 – 16

21   22 moschino2

Moschino A / W 2015 – 16

23   24

Moschino A / W 2015 – 16

25 co te

CO | TE A / W 2015 – 16

26    27 dsquare

DSquared2 A / W 2015 – 16

Non so se è la crisi a generare questa voglia di “caos”, non so se è l’incertezza che ci vuole ancorati ad un eterno desiderio di gioventù, o ancora la paura (o mancanza!) di responsabilità, da eterni Peter Pan,  probabilmente un po’ tutto questo. 

28 acne studios   29 acne

Acne Studios A / W 2015 – 16

Schiaparelli-ful-HC-F15-PA-006-500x751    Schiaparelli-ful-HC-F15-PA-015-500x751

Schiaparelli A / W 2015 – 16

Fausto-Puglisi-ful-W-F15-MI-012    Fausto-Puglisi-ful-W-F15-MI-028

Fausto Pugliesi A / W 2015 – 16

30 Chanel acc   31 Chanel accessories

Chanel A/W 2015 – 16

32

Miu Miu A / W 2015 – 16

33

Miu Miu A / W 2015 – 16

34 MiuMiu   35

Miu Miu A / W 2015 – 16

36   37 MSGM

MSGM A / W 2015 -16

38   39

Christian Dior  e Bottega Veneta A / W 2015 -16  

Di fatto la moda è da sempre una chiave di lettura lucida e realistica della società, nonché la reazione a ciò che accade. Pertanto un po’ impensieriti dovremmo esserlo (signori politici, guardatele ogni tanto le sfilate, capireste molte cose!).

Questa moda sembra volerci stupire e voler scandalizzare,  legittimando “l’errore”.

40 Yves-Saint-Laurent-1971-la-collection-du-scandale-exhibition

Collezione “Liberation” nelle sale della Fondazione Pierre Bergé – Yves Saint Laurent di Parigi, mostra : “La Collection du scandale”.

41

Bozzetti di Yves Saint Laurent dalla collezione Liberation del 1971

Non sarà facile adattarla alla quotidianità (oltre ad una fisicità che definire tonica è  puro eufemismo), ma può essere una sfida e un gioco, poiché divertirsi è (o dovrebbe essere) la prima “regola”  per amare la moda. Assecondiamola al nostro gusto e bisogno, sicuramente non potremmo dire che non ci ha fatto sentire “libere!”

Buona vita a tutti!

Beatrice

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *