Lee Miller: Musa, artista, modella, fotografa, la prima fotoreporter che raccontò la guerra

1 lee-miller-1930-man-ray

Lee Miller fotografata da Man Ray nel 1930

2 Elizabeth

“Elizabeth” di Beatrice Brandini

“Sembravo un angelo fuori. Mi vedevano così. Ero un demonio, invece, dentro. Ho conosciuto tutto il dolore del mondo fin da bambina.”  Elizabeth Miller

Spirito libero e anticonformista Elizabeth “Lee” Miller era una donna piena di talenti,  sensibile ed indomita… una vera eroina moderna.

 3 arnold-genthe-lee-miller-1920s

Lee Miller fotografata da Arnold Genthe nel 1920

 4 lee-miller-in-lanvin-photographed-by-george-hoyningen-huene-1932

Lee Miller fotografata da George Hoyningen-Huene

Elizabeth Miller nasce in America e fin da bambina si appassiona alla fotografia, sia come modella che allieva del padre, da cui impara segreti e tecniche. A vent’anni viene scoperta per le vie di Manhattan dall’allora direttore di Vogue il quale le chiede di diventare modella. Viene immediatamente fotografata dai più grandi nomi di allora, come George Hoyningen-Huene, Horst P. Horst. Il suo aspetto regale, caratterizzato da una bellezza classica e androgina, la rendono unica e molto popolare.

5 arnold genthe 1927

Lee Miller fotografata da Arnold Genthe nel 1927

 6 Lee-Miller-by-George-Hoyningen1928

Lee Miller fotografata da George Hoyningen-Huene nel 1928

Lee Miller ha dimestichezza con l’obbiettivo, è naturale, e nessun problema ad apparire nuda, poiché lo ha fatto fin da bambina.

Ma dopo solo due anni si stufa di questo ruolo da “bambola” e da modella diventa fotografa, invertendo completamente i ruoli. Decide di andare a Parigi, allora capitale del mondo artistico, per imparare meglio le tecniche della fotografia ed essere soprattutto ispirata.

7 Lee by Man Ray 1929

Lee Miller fotografata da Man Ray nel 1929

 8 man ray 1930

Lee Miller fotografata da Man Ray nel 1930

Qui l’incontro più importante, quello con Man Ray, fotografo e artista surrealista di immenso talento, di cui diventa allieva, musa e amante.

9 PORTRAIT-OF-LEE-MILLER-PARIS-1929-by-MAN-RAY-Vintage-gelatin-silver-print

Lee Miller fotografata da Man Ray nel 1929

Parigi le offre l’opportunità di incontrare artisti e geni che diventano amici e soggetti preferiti dei suoi ritratti, come Pablo Picasso, Gertrude Stein, Jean Cocteau…

 10

Lee Miller fotografata da George Hoyningen Huene nel 1930

 11-miller

Lee Miller fotografata da Man Ray 

 12 bisman ray about 1930

Lee Miller fotografata da Man Ray

Ma anche Parigi sembra non essere l’attracco definitivo, infatti lascerà Ray e la capitale francese per tornare in America ed aprire uno studio di fotografia a New York. Siamo nel 1932. Ci sarà poi l’Egitto, dove condurrà una vita borghese e ritirata con il primo marito e dove darà vita alle sue foto più belle. Poi di nuovo Parigi e Londra, qui, con il secondo marito, l’artista surrealista Roland Penrose, allo scoppio della seconda guerra mondiale diventerà una fotogiornalista, al seguito dell’esercito americano.

12 travel-clothing--1950.-photo-by-lee-miller-

Foto di Lee Miller, 1950

13 SCHARNHORST-BOY-VIENNA-1945-by-LEE-MILLER

Foto di Lee Miller, 1945

Lee Miller non è spaventata dalla guerra e dai suoi orrori, ma anzi è lei stessa che chiede di essere mandata al fronte come fotografa di guerra. E’ la prima donna fotografa ad entrare a Dachau, qui realizzerà immagini di terrore e morte che, senza vittimismi, la segneranno profondamente per il resto della sua vita.

L’ultimo capitolo della sua esistenza sarà caratterizzato dalla nascita di un figlio, a quarant’anni, ma anche da solitudine e depressione. In Inghilterra lascerà l’arte per dedicarsi alla cucina. I suoi dolci le faranno vincere un premio internazionale, perché anche qui non è solo passione, ma anche talento e perfezionismo. Morirà a 70 anni di un male incurabile.

14

Foto di Lee Miller, 1945

Lee Miller ha vissuto intensamente molte vite. Ha messo poesia in tutto quello che ha fatto.  Nelle foto di moda, in cui era una perfetta protagonista moderna, ma anche come fotografa, le cui immagini realistiche e poetiche sono ispirazione continua, o, come quelle terribilmente devastanti della guerra, resteranno profondamente impresse nella nostra mente, proprio per non dimenticare.

15    16

Lee oggi… di Beatrice Brandini

Ma soprattutto Lee Miller è stata un esempio di donna libera.

 IMG_3861

Lee Miller

Magnifica Lee, nessuno ti dimenticherà mai.

Buona vita a tutti!

Beatrice

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *