LP: le cover più belle grazie al tocco d’artista!

1

“Connie” di Beatrice Brandini

2 lady-gaga-jeff-koons

Lady Gaga album “Artpop”, 2013. Statua opera dell’artista Jeff Koons

Pochi giorni fa, precisamente il 12 Marzo, si è celebrato il 50esimo anniversario dell’uscita del primo album dei Velvet Underground & Nico. Solo due dei talentuosi musicisti sono ancora in vita, John Cale e Maureen Tucker, ma questo disco dallo scarsissimo successo commerciale (troppo avanti per l’epoca, il 1967), è considerato uno degli album più significativi ed importanti della storia della musica (al primo posto per la rivista Observer nella lista dei “50 album che hanno cambiato la musica” e al 13° posto per la rivista Rolling Stone fra i “500 migliori album della storia della musica”).

3 velvet-underground-nico

The Velvet Underground & Nico, 1967. Copertina di Andy Warhol

Le motivazioni sono tante, fra tutte per il tipo di rock, oscuro e drammatico, per gli argomenti trattati nelle canzoni (droga e sesso esplicito), per il suono, per l’influenza che avrà per tutte le band successive, fra cui gli U2, per la presenza di un artista carismatico come Lou Reed e Infine, per la mitica copertina, la celebre banana disegnata da Andy Warhol (anche produttore dell’album).

Lo spunto di quest’anniversario mi ha fatto pensare a quante copertine di album (ma anche di libri) sono state valorizzate, a volte perfino aiutate, da una copertina bella e accattivante.

4 Led Zeppelin Physical Graffiti, 1975

Led Zeppelin “Physical Graffiti”, 1975. Copertina opera del designer Peter Corriston

4 bis

Bet Bop, 1983. Copertina di Jean – Michel Basquiat

5

Emanon “The Baby Beat Box”, 1986. Copertina di Keith Haring

6 Pink Floyd the division Bell 1994

Pink Floyd “The Division Bell”, 1994. Copertina di Storm Thorgerson

E’ sempre interessante quando l’arte diventa pop (popolare) poiché diventa più democratica, parla alle masse, ci abitua al bello, avvicinandosi, lei stessa, alla vita vera.

Tuttavia non credo che sia il musicista ad essere avvantaggiato da queste collaborazioni, la “cornice” aiuta, ma se l’opera è mediocre nessuno vorrà acquistarla. Credo piuttosto che sia l’artista ad avere il tornaconto più vantaggioso, il che significa una popolarità maggiore. Probabilmente i giovani che comprano gli album non sono gli acquirenti ideali (difficilmente sono indipendenti, soprattutto economicamente), ma tutti sanno che i giovani, sempre connessi, sono in grado di regalare una popolarità immensa e, aspetto davvero importante, spontanea e autentica.

Un disco e un libro lo acquistiamo sicuramente perché conosciamo l’autore, ne siamo grandi fan, a volte perché abbiamo letto una bella recensione, altre per il passaparola, soprattutto se arriva da qualcuno che stimiamo, sicuramente la copertina non è la prima ragione, ma è la prima cosa che vediamo ancor prima di ascoltarlo o leggerlo.

Da qui ho cercato di ricordare e pubblicare le copertine più belle in cui il binomio cantante – artista (ma in fondo lo sono entrambi!) ha creato dei piccoli capolavori.

7 bis by-the-way 2002

Red Hot Chili Peppers “By the Way”, 2002. Copertina di Julian Schnabel

8 coldplay a rush of blood to the head 2002 fotografo sølve Sundsbø

Coldplay “A Rush of Blood to the Head”, 2002. Copertina disegnata da Sølve Sundsbø

9

Blur “Think Tank”, 2003. Copertina di Banksy

10   11

The Hours “Narcissus Road”. Copertina di Damien Hirst

12 Ai Weiwei for Day and Taxi

Day & Taxi, 2005. Copertina di Ai Wei Wei

13 Murakami_Kanye West

Kanye West “Graduation”, 2007. Copertina di Takashi Murakami

14 manic street preachers Jounal for lague Lovers 2002 artista jenny seaville

Manic Street “Journal for plague lovers”, 2009 . Copertina di Jenny Seaville

15

Opere di George Condo per album “My Beatiful Dark Twisted Fantasy” di Kanye West

16 George_Condo Kanye West

Kenye West “My Beatiful Dark Twisted Fantasy”, 2010. Copertina di George Condo

17 le luci della centrale elettrica per ora noi la chiameremo felicità 2010 andrea bruno fumettista italiano

Le luci della centrale elettrica “Per ora noi la chiameremo Felicità”, 2010. Copertina opera del fumettista-artista Andrea Bruno

18 massimo volume aspettando i barbari 2013 artista americano ryan mendoza

Massimo Volume “Aspettando i Barbari”, 2013. Copertina di Ryan Mendoza

Infine ci sono poi le copertine fotografiche, quelle che hanno rivoluzionato il genere per soggetto, estetica o grafica, ma a loro e alla loro bellezza, probabilmente dedicherò un altro post.

La musica accompagna da sempre la mia vita, i miei disegni, le creazioni di moda… La amo profondamente (collezionavo LP in vinile e acquisto frequentemente CD) sarei davvero felice di realizzare la copertina di un album per un artista italiano o staniero.

Buona vita a tutti!

Beatrice