Pitti Bimbo: fiera e tendenze P/E 2015, seconda parte

1

Banner 79° Pitti Bimbo

43 eco_green 2

Mood Board Eco-Green-Fun di Beatrice Brandini

Prosegue la mia visita a Pitti Bimbo nella seconda giornata… Ho fatto alcune foto, sempre delle cose che mi hanno particolarmente colpito; purtroppo alcuni stand e marchi non mi hanno permesso di farlo, ancora non tutti comprendono che il web, quello “serio”, significa molta pubblicità…

Ho anche elaborato 4 mood board catturando le tendenze più rappresentative all’interno di questa edizione.

3

Mini Melissa, purtroppo non le posso indossare, ragionevolmente, ma mi sarebbe piaciuto moltissimo farlo…

4    5

Mini Melissa. Sono fantastiche le scarpe Melissa, marchio brasiliano che fa scarpe di plastica come se fossero di alta moda, queste proposte da bambina poi sono un tuffo nel passato, la voglia di giocare, qualcosa dal quale non vorresti mai separarti… Favolose!

6    7

Mini Mellissa, collaborazione con Vivienne Westwood… 

8

ancora Mini Melissa, una scarpina più bella dell’altra…

9    10

Lesy, abiti da sogno per piccole principesse… Il loro slogan è “Made in Italy with love” e devo dire che si vede….!

11    12

Ancora bellissime proposte Lesy

13    14

Bobux, scarpine per bambini molto carine  ma soprattutto “rivoluzionarie” in quanto si basano sul concetto di camminata naturale, in poche parole indossarle è come essere scalzi, i piedini sono in libertà, ma anche sicuri e protetti. Geniale anche il fatto che i soggetti applicati guardano il bimbo e non “lo spettatore”, a conferma che il piccolo è, e deve essere, il protagonista.

15    15 bis

Stella Jean, stilista italo-haitiana, che crea collezioni caratterizzate dal mix di tradizioni tessili del sud del mondo, Caraibi e Africa in primo piano. Abbinamenti forti ma decisamente armonici e interessanti. Queste presenti a Pitti Bimbo abbinano uno stile retrò a bellissime stampe africane. Bellissima collezione, bellissimo stile!

16    17

Stella Jean

18    19

Ancora proposte Stella Jean, quando le stoffe e le fantasie sono la chiave di volta…

20    21

An Italian Theory, ho scoperto questo marchio a Pitti Uomo (si lo so tardivamente…), mi aveva colpito ed ho postato alcune foto delle loro borse, molto divertenti, che ho consigliato ad amici buyers.. Ora a Pitti Bimbo debuttano con la collezione kids e devo dire che lo stile ironico e irriverente, ispirato ad una delle cose italiane che ci rendono unici al mondo, il cibo, è perfetto per questi piccolini, finalmente, senza prendersi troppo sul serio. Dietro tutto questo c’è Alessandro Enriquez, un giovane ed eclettico personaggio, già protagonista di molteplici esperienze.

22    23 

Altre proposte An Italian Theory

24

Gonnellina An Italian Theory, sapore vintage nei colori e nell’interpretazione del logo.

25

Baby Graziella, questo abitino baby è una delle cose più carine nell’area “tradizionale e classica”,  che ho visto in fiera!

26

Baby Graziella, è tutto perfetto, dall’allestimento, alla collezione, ai colori, alle stampe. Bravissimi!

27    28

Anne Kurris, stilista belga, scuola di grandi tradizioni e creatività… Fa cose carine perché mescola fantasie e tagli in una sorta di caos apparente, possono sembrare “strane”, ma se le osservi bene sono molto fantasiose e diverse, per una bambina che vuole essere un po’ una principessa rock! 

29

Altre proposte Anne Kurris

30    31

32    33

Lapin House, marchio greco che aveva realizzato un allestimento veramente bello. Buffe le bambole con riproduzioni di abitini mignon.

34

Lapin House, deliziosi catini di fiori tessili…..

35    36

Allo&lugh, marchio coreano che avevo già notato e postato nello scorso Pitti Bimbo, si conferma un prodotto carino e accattivante, con un offerta completa, perfettamente coordinabile.

37    38

Ancora proposte Allo&lugh

39

Allo&lugh

40

Irresistibili queste luci per una cameretta

41

Young Versace, belle le fantasie, tipicamente in linea con la maison, e l’allestimento.

Questi sono i miei Mood Board:

42 eco_green 1

43 eco_green 2

Eco – Green – Fun, Mood Board di Beatrice Brandini.

Desiderio di fermare il tempo, tornare a vivere semplicemente, strizzando l’occhio alla natura e alla sua salvaguardia. Ma anche ironia e divertimento, aggregazione, libertà. Colori caldi e accesi della terra e della natura, come i verdi brillanti e i gialli aranciati. Fantasie ironiche, la natura interpretata come un fumetto.

44 Hampton 1

45 Hampton 2

Hampton, Mood Board di Beatrice Brandini

L’estate e il mare inteso in modo classico e understatement. Righe, iconografie marine, tutti i toni del navy;  voglia di semplicità, quella raffinata, la più difficile. Tessuti di cotone grezzo, lino, cambrì, chintz, ma anche denim. Per la parte femminile san gallo, trafori, tagli laser a motivi floreali.

46 Hippy 1

47 Hippy 2

Hippy Mood Board di Beatrice Brandini

Spirito bohémienne, libertà on the road, figli dei fiori… Colore, colore e ancora colore. Fantasie floreali e un po’ vintage. Colori accesi, flou e acidi. Tessuti naturali si mescolano a quelli sintetici, con effetti opaco/lucido, liscio/ruvido.

48 Tenerezza 1

49 Tenerezza 2

Tenerezza, Mood Board di Beatrice Brandini

Tema più femminile, ispirato alla voglia di tenerezza e di cose antiche e semplici, quelle “come una volta”…. Lavorazioni artigianali, colori polverosi, fantasie come pois ed elementi decorativi ludici o di cartoni “classici”. Tessuti impalpabili e leggeri, organza, tulle, pizzo, ma anche felpa e cotone, mescolati per creare effetti di rottura e “caos”….

50

All’ingresso questa mascotte era una gioia per i piccoli ma anche per i grandi, quelli che, come me, non cresceranno mai….

Buona vita a tutti!

Beatrice

Un commento su “Pitti Bimbo: fiera e tendenze P/E 2015, seconda parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *