Sfilate in London.. ecco come ci vestiremo il prossimo Autunno/Inverno (2016-17)

1b

Sixties in London

2

   “Cherry” in London di Beatrice Brandini

Ed eccoci qua a parlare delle sfilate di Londra… Ancora una volta tanta moda, tanti stili, tanta creatività e la libertà (parola chiave!) di vestirsi come ci pare….. Ho evidenziato alcune tendenze, ancora una volta si vede la pelliccia e i volumi Over, anche se rappresentati in maniera leggermente diversa rispetto a New York.

3

“FUR”di Beatrice Brandini

Ancora tantissima pelliccia protagonista delle passerelle londinesi. Una pelliccia spesso abbinata alla lana o ad altri materiali. Oppure usata come accessorio o dettaglio di un capo. Bouclé, rasata, arricciata, intarsiata, dévoré…

4   5

6   7

8

“GREEN” di Beatrice Brandini

C’è anche molto verde…. brillante, smeraldo, bottiglia. Un colore bellissimo e originale, per chi vuole sentirsi speciale usando un tono solo apparentemente “classico”. Burberry l’ha proposto in maniera eccellente, sia come sfumatura, sia come realizzazione, suoi infatti sono i bellissimi cappotti pitonati in verde e gli abitini bon ton in jersey o damascati effetto carta/caramella.

9   10

11  12

13

“Lingerie dress” di Beatrice Brandini

Ho chiamato questo tema “Lingerie dress” perché molte le proposte presentate che rimandano alla biancheria intima intesa soprattutto come sottoveste, o abito/sottoveste… Tanto pizzo, dentelles, merletti. Raffinati effetti nude look, e ancora colori come il nero e il color carne, l’argento, il rosa antico. Fiori ricamati, dévoré, applicati. Sarà un Inverno all’insegna del: “Sotto il cappotto la sottoveste…”

14   15

16   17

18

19

“LAUGHT” di Beatrice Brandini

Avevo già definito una tendenza “Laught”, un anno e mezzo fa quando realizzai le proposte per l’Estate 2016 (sezione trends). L’Inverno successivo riprende a piene mani questo mood, realizzando abiti e accessori decisamente divertenti, colorati, ludici. Per non prendersi troppo sul serio e per giocare con la moda, e perché no, con la vita. Parola chiave IRONICA CREATIVITÀ’.

20   21

22   23

24

25

“OVER” di Beatrice Brandini

Anche Londra ha messo in rilievo la tendenza ai volumi più esasperati, soprattutto la bellissima sfilata di Burberry in cui i capi spalla erano decisamente over. Non si tratta di orli ma soprattutto di volumi, nello specifico quelli dei cappotti e dei giacconi. Si guarda al mondo dello sport ma in maniera raffinata e lussuosa, soprattutto grazie ai preziosi tessuti e alle rifiniture sartoriali.

26   27

28   29

Qualcuno parla di nuovo sistema per presentare le collezioni, alcune grandi maison lo hanno già fatto, ma questa volta non si tratterebbe di presentazioni speciali, come installazioni o rappresentazioni artistiche, teatrali, musicali, statiche… questa volta si pensa ad un modo più veloce fra il tempo di presentazione e l’effettiva presenza delle collezioni nei negozi. Un po’ per soddisfare l’immediata corsa all’acquisto, come concetto “what I see is what I want and what I buy”… Vedremo. Personalmente spero che non sia così poiché le sfilate hanno sempre avuto su di me (e milioni di persone nel mondo), un effetto magico. La sfilata è la consacrazione di 6 mesi di lavoro, la cornice ideale di un concetto creativo. Abiti, musica, modelle, atmosfera, location…sono tutti attori di uno stesso film. Spero non si passi alle comparse….

Adesso il testimone è passato a Milano dove francamente ho visto cose bellissime!

Buona vita a tutti!

Beatrice