Il Giardino dei Finzi Contini e quell’eleganza sofisticata e raffinata senza tempo

1

Film “Il Giardino dei Finzi Contini” di Vittorio De Sica  

2-micol

“Micol” di Beatrice Brandini

Il Giardino dei Finzi Contini è uno dei film più belli che io ho visto da piccola. Tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani, il film fu diretto da Vittorio De Sica nel 1970 e vinse l’Oscar come miglior film straniero, l’Orso d’Oro a Berlino, il David di Donatello, il premio BAFTA…. Il film narra la storia della borghese famiglia ebrea Finzi Contini, nello sfondo di una della pagine più brutte del recente Novecento, le persecuzioni razziali e le conseguenti deportazioni nei campi di concentramento.

Tuttavia il film è anche manifesto di una gioventù colta, curiosa e raffinata, incarnata soprattutto dalla bellissima protagonista Micol, Finzi Contini, l’indimenticabile Dominique Sanda.

3

Fotogrammi dal film di Vittorio De Sica “Il Giardino dei Finzi Contini”

4 micol-finzi-contini-

Fotogrammi dal film di Vittorio De Sica “Il Giardino dei Finzi-Contini”

5

Fotogrammi dal film di Vittorio De Sica “Il Giardino dei Finzi-Contini”

6

Fotogrammi dal film di Vittorio De Sica “Il Giardino dei Finzi-Contini”

Sebbene questo non sia il “luogo” adatto a manifestazioni di sdegno (altrimenti sarebbero quotidiane), potrebbero sembrare anche retoriche, credo che il film sia stato così premiato per la fotografia, la colonna sonora, le interpretazioni dei vari attori, da Capolicchio a Helmut Berger…, ma anche e soprattutto per la storia. Quello smarrimento e quell’incredulità (è così che ci si sente vedendolo o leggendo lo splendido romanzo) di come in un breve arco temporale, la felicità e spensieratezza lasci il posto alla paura, al terrore e alla morte. 

7

Vittorio De Sica

De Sica fu bravissimo, capace di dirigere gli attori in maniera straordinaria, per le immagini, l’ambientazione (una bellissima villa Litta Bolognini, in Brianza)…., ma soprattutto fu grande a rendere l’angoscia della tragedia che si stava per compiere….

8    9

Alcuni esempi di “Tennis Style” per la Primavera/Estate 2015

10    11

Alcuni esempi di “Tennis Style” per la Primavera/Estate 2015

Il film è da sempre anche sinonimo di eleganza, quella senza tempo che caratterizza la vera borghesia. La moda ha spesso (continuerà a farlo) attinto dai suoi fotogrammi, da quelle immagini in cui Micol (Dominique Sanda), Giampiero Malnate (Fabio Testi), Alberto (Helmut Berger), indossano immacolati completi da tennis bianchi, con quei maglioni a trecce dai profondi scolli a v, o quegli abitini bon ton…, la quintessenza della grazia e raffinatezza, senza orpelli, la più difficile.

12

Foto di David Burton

13

Campagna pubblicitaria Ralph Lauren

14

Jean Paul Gaultier per Hermès

15

Immagine vintage da Vogue

E’ bello sapere che il film è stato da poco restaurato (grazie all’azienda Anthony Morato), un patrimonio che non si perderà…; potranno conoscerlo ed ammirarlo le nuove generazioni, mentre appassionati cinefili e cineasti rivederlo.., ma soprattutto sarà un occasione per non dimenticare.

16

Tennis style di Beatrice Brandini

17

Tennis style di Beatrice Brandini

18

Tennis style di Beatrice Brandini

Per me uno dei segreti della vita è quello di “imparare dal passato per migliorare il presente”.

Buona vita a tutti!

Beatrice

Un commento su “Il Giardino dei Finzi Contini e quell’eleganza sofisticata e raffinata senza tempo

  1. Bellissimo tutto. L’argomento, le foto, l’accostamento con la moda tennis, ma e soprattutto, i suoi disegni. Anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *