Camp: Notes on Fashion. Al Met l’eccesso è di moda.

Gucci by Alessandro Michele, dress on the exhibition Camp at Metropolitan Museum 

“L’eccentrica” di Beatrice Brandini

Il Metropolitan Museum di New York celebra l’eccesso nell’arte e nella moda, con l’esposizione Camp: Notes on Fashion, dal 9 maggio all’8 di settembre.

Nel 1964 Susan Sontag, nel saggio Notes on Camp, codifica il significato di Camp, ovvero la passione per l’esagerazione, la stravaganza e l’eccentricità. Storicamente,  questo fenomeno di opulenza ed eccesso si ripresenta ciclicamente (legato all’insicurezza economica, al clima socio culturale privo di riferimenti ed incerto, ecc.), ma mai come adesso possiamo definirlo attuale e perfettamente allineato ai nostri tempi.  Continua a leggere

Helmut Newton in mostra a San Gimignano, Patrimonio dell’Umanità.

Vogue Francia, 1996. Foto di Helmut Newton

“Sensualità” di Beatrice Brandini

Sarà inaugurata oggi, presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di San Gimignano, la grande retrospettiva dedicata a Helmut Newton promossa dai Musei Civici del Comune di San Gimignano e prodotta da Opera-Civita con la collaborazione della Fondazione Helmut Newton di Berlino.

Il progetto espositivo è di Matthias Harder, curatore della Helmut Newton Foundation di Berlino. Continua a leggere

Buon Compleanno Barbie, settant’anni da Star!

“Barbie Bowl” limited edition

“Barbie” di Beatrice Brandini

Il successo della bambola Barbie si può attribuire a innumerevoli fattori, ma credo che fra tutti ci sia il fatto che questa rivoluzionaria bambola rappresenti una donna libera e indipendente, con la capacità di essere leggera, divertente, bella, ma anche sicura di sé,  interprete delle trasformazioni estetiche e culturali che hanno caratterizzato metà del secolo scorso. Continua a leggere

Icon Vintage Dress (prima parte)

Yves Saint Laurent  interpretato da Beatrice Brandini

Collage di abiti e accessori vintage da collezione privata, foto A.G.

Qualche anno fa nasceva il mio blog e la mia prima illuminazione, il mio primo post (giugno 2013), parlava del fenomeno del vintage e delle fogge più significative della storia della moda, ovvero “ICON VINTAGE DRESS”. Da questa mia idea di sei anni fa, pubblicata anche su Pinterest e Instagram  sto progettando di trarne un manuale, ampliando l’argomento e rendendolo semplice e di immediata comprensione, anche a chi non lavora nel settore, ma segue comunque la moda da appassionato. Continua a leggere

LEGO: mattoncini che prendono vita e realizzano i sogni dei bambini.

“La morte sulla testa”, creazione di mio figlio

“Groupie della LEGO” di Beatrice Brandini

Ho parlato varie volte di giocattoli, indispensabili mezzi per svago e compagnia dei bambini, ma anche un modo per riportare i grandi alle gioie dell’infanzia, e infine protagonisti di mostre come oggetti d’arte e di collezionismo.

Ma un discorso completamente a parte merita la LEGO. Continua a leggere

MilanoUnica: tendenze per l’ Autunno – Inverno 2020/21

Fabbrica Orobia, banner MilanoUnica

“CIRCUS” Mood di Beatrice Brandini

A Milano, presso la Fabbrica Orobia, si è svolto l’incontro sulle tendenze che ci accompagnerà verso la 29esima edizione di MilanoUnica del prossimo Luglio, incontro che, come di consueto, ha dettato i diktat su quelle che saranno le direzioni dei tessuti, colori, accessori, per l’Autunno – Inverno 2020-21. Nuove e originali suggestioni hanno dato vita al percorso tematico “Ecorotica” , una sorta di acronimo, o gioco di parole, in cui gli attori principali sono SOSTENIBILITÀ’ ed EDONISMO. Continua a leggere

BAUHAUS: gli artisti che inventarono il design nella scuola delle meraviglie.

Joost Schmidt poster per l’esposizione del 1923 a Weimar

“Astrid” di Beatrice Brandini

Nell’aprile del 1919, Walter Gropius fondò la più importante scuola d’arte del secolo: il Bauhaus, una vera fucina di idee che diede origine a capolavori, ma anche a piccoli oggetti comuni ancora presenti nelle nostre case, produzioni che sono all’origine dell’industria design. Continua a leggere