Animalier: la moda diventa “WILD”

1 britt ekland by david bailey vogue UK 1965

Britt Ekland fotografata da David Bailey nel 1965

“Panther girl” di Beatrice Brandini

La stampa animalier (ricamo, applicazione, tessuti, pelliccia, ecc.) è una costante nella moda; fra gli stilisti c’è chi l’ha usata e continua a farlo come caratteristica del proprio stile e linguaggio estetico, per esempio Roberto Cavalli, e chi la utilizza seguendo un po’ il trend del momento, o semplicemente armonizzando la propria collezione con questa fantasia. Nelle donne c’è chi la ama e chi la odia, senza mezze misure. Personalmente credo che sia interessante, sicuramente non come “total look”, soprattutto se non sei più giovanissima, ma un pezzo animalier o un accessorio in quel mood, possono dare un impronta giusta e grintosa anche a chi non vuole rinunciare a classe ed eleganza (vedi Kate Moss, Alexa Chung o Giovanna Battaglia).

3

Quando l’animalier si porta con stile: Giovanna Battaglia e Corine Roitfeld

4

o come la divina Kate…

Gli esempi sottostanti dimostrano come la stampa animalier sia protagonista nella moda da molto tempo…, e se essa spesso è stata associata a volgarità, aggressività, al kitsch , le foto dimostrano esattamente il contrario…

5 lauren bacall

Lauren Bacall

6 marisa berenson by david bailey

Marisa Berenson fotografata da David Bailey

7 twiggy vogue 1970

Twiggy su Vogue, 1970

8 barzini

Benedetta Barzini

Si può portare anche in maniera chic, del resto nelle collezioni degli ultimi anni gli stilisti hanno dimostrato di saperlo fare molto bene; è vero che le fantasie animalier, leopardo, pitone, coccodrillo, tigre o zebra ecc., sono tutte motivi forti e decisamente visibili, ma è anche vero che indossarle con un paio di jeans, come cappottino un po’ vintage, come grande borsa da giorno, come stola per un tocco glamour ad una abito da sera per una serata “diva”…, è divertente, nonché elegante.

9

Alexa Chung

10

Marpessa, Olivia Palermo e Bianca Balti

Erté l’ha usata per illustrare la lettera L del suo creativo e magnifico alfabeto.

11 erte-l

Lettera L di Erté

12 jerry hall

Jerry Hall

13 vogue 1954

Vogue 1954

14

Vogue anni Cinquanta

Interpretazioni di stile con l’animalier nelle sfilate e campagne pubblicitarie di alcune stagioni fa.

15 Cavalli

Roberto Cavalli è nelle sue collezioni da sempre fruitore dell’animal print, interpretandolo con grinta e sensualità

16 Blumarine

Anche Blumarine ama queste fantasie e le interpreta magistralmente in modo femminile e romantico

17 Burberry

Burberry Prorsum eleganza British con quel giusto tocco di eccentricità

18 Dolce e Gabbana

Dolce & Gabbana grintoso e glamour, molto raffinato l’abito lungo nonostante l’azzardato mix di stampe diverse. A dimostrazione che tutto si può fare se lo si fa con gusto!

19 Scervino

Ermanno Scervino grande classe, look bon ton dal sapore anni Cinquanta

20 versace ecc

Versace, Tom Ford e Simonetta Ravizza, tre stili differenti, tre modi di interpretare il maculato

In poche parole un tocco di maculato ci può sempre stare nel guardaroba…. anche perché sembra piacere molto anche agli uomini, indistintamente da età e classe sociale.

21 vogue 2012 patrick demarchelier

Foto Patrick Demarchelier 2012

22   22 bis vogue italia noemi campbell azzedine 1991

Naomi Campbell su Vogue Italia 1991, abito Azzedine Alaïa

23 kate by steven meisel

Kate Moss fotografata da Steven Meisel

24 ellen von unwerth

Nadja Auermann fotografata da Ellen von Unwerth

25 liv tyler by ellen von unwerth

Liv Tyler fotografata da Ellen von Unwerth, 1996

26 Lara stone mert e marcus vogue us 2010

Lara Stone fotografata da Mert & Marcus per Vogue US, 2010

27 kate by patrick demarchelier vogue UK 2013

Kate Moss fotografata da Patrick Demarchelier per Vogue UK, 2013

28 Naomi-Campbell-for-Dolce-Gabbana-Animalier-Eyewear

Naomi Campbell fotografata da Mert Alas & Marcus Piggot per la campagna Dolce & Gabbana Eyewear, 2011

29

Sasha Pivovarova su Vogue USA abito Yves Saint Laurent

“Model friends” di Beatrice Brandini 

30 carl erikson

Disegno di Carl Erikson per Vogue

Buona vita a tutti!

Beatrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *