Firenze celebra Renato Balestra, un couturier senza tempo

Scorcio della mostra antologica “Celeblueation” 

“Modelle in Balestra” di Beatrice Brandini

Da pochi giorni, nella splendida Sala della Musica presso la Fondazione Zeffirelli, si è inaugurata la mostra antologica dedicata a Renato Balestra: Celeblueation. Uno dei più famosi talenti italiani della moda nel mondo.

   

Abiti di Renato Balestra nella mostra Celeblueation, presso la Fondazione Zeffirelli

   

Abiti di Renato Balestra nella mostra Celeblueation, presso la Fondazione Zeffirelli

E’ bello vedere come due grandi maestri, Zeffirelli e Balestra, amici e collaboratori in vita, si siano incontrati in questo luogo magico. Due firme eccellenti che il mondo ha conosciuto, apprezzato e premiato, entrambe animate da grande entusiasmo e indiscusso talento. 

Bozzetti di Renato Balestra

La mostra, prodotta da Armando Fusco e fortemente voluta da Pippo Zeffirelli, Presidente della Fondazione intitolata al Maestro Franco, vede protagonisti circa 300 pezzi fra bozzetti, disegni e abiti, testimoni di un percorso di costume e di storia.

Conferenza stampa della mostra Celeblueation con il couturier Balestra

   

Abiti di Renato Balestra nella mostra Celeblueation, presso la Fondazione Zeffirelli

Balestra,  lungo la sua ricca carriera ha vestito Principesse, First Ladies e protagoniste del jet set mondiale. Fra le più importanti e affezionate clienti ci sono l’imperatrice Farah Diba, la First Lady delle Filippine Imelda Marcos, La Principessa Noor Hamzah di Giordania e molte altre. Ha inoltre disegnato collezioni di pret-à-porter, haute couture, accessori e splendidi  costumi di scena per opere teatrali come per la Cenerentola di Rossini (Teatro dell’Opera di Belgrado), per il Musical Cindarella prodotto dalla Broadway -Asia Entertainment, ecc.  Naturalmente anche per una rappresentazione sotto la regia del Maestro Zeffirelli, “Così è (se vi pare)”, di Luigi Pirandello.

Renato Balestra

Abiti di Renato Balestra nella mostra Celeblueation, presso la Fondazione Zeffirelli

Scorcio della mostra antologica “Celeblueation”

La mostra rende omaggio ad un grande couturier (gli abiti presenti sono bellissimi), fedele alla sua idea di moda e di estetica, una persona dalla classe innata, un uomo lucidissimo (è nato nel 1924!) e auto ironico; un’anima gentile che ha ancora dei sogni e dei traguardi da raggiungere. Grande Balestra, un insegnamento per le nuove generazioni e per questi tempi un po’ troppo veloci e decisamente volgarotti.

Scorcio della mostra antologica “Celeblueation”

Una bravissima soprano si esibisce durante la conferenza stampa

Un immagine di Renato Balestra

La facciata della Fondazione Zeffirelli a Firenze, sede dell’esposizione

La mostra sarà aperta fino al 2 febbraio, e vale davvero la pena visitarla. Si potrà assistere ad uno spettacolo ricco di moda, di arte e di cultura. Così come suggestiva è la stessa location, la Sala della Musica, l’oratorio del complesso monumentale di San Firenze, realizzato nella seconda metà del Seicento e unica architettura completamente barocca a Firenze.

Buona vita a tutti!

Beatrice

 

Un commento su “Firenze celebra Renato Balestra, un couturier senza tempo

  1. Grandissimo Balestra, uno che ha fatto tanto per la moda italiana, ma che non sempre è stato premiato come meritava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *