JR a Firenze con LA FERITA

“The street artist” by Beatrice Brandini

Un’opera di JR a Londra

Dal 19 marzo, JR, uno degli artisti contemporanei più famosi e influenti al mondo,  cambierà volto a Palazzo Strozzi.

Volti di cittadini sul pavimento e sulla facciata del Pantheon a Parigi, progetto Inside-Out

L’artista francese, attraverso una monumentale istallazione site specific, proporrà una riflessione sull’accessibilità ai luoghi della cultura nell’epoca del Covid-19. Chiamato a reinterpretare la facciata di uno dei simboli del Rinascimento e di Firenze, attraverso una nuova istallazione dal titolo “La Ferita”.

   

Il vetro del Louvre (opera dell’architetto Ieoh Ming Pei) nell’opera di JR “Una piramide che scompare”.

JR utilizza il collage fotografico come tecnica espressiva, che ha manifestato nelle città di tutto il mondo. Come lui stesso afferma “Ho la più grande galleria d’arte immaginabile: i muri del mondo intero”. Questo interessante artista unisce originalità e appropriazione, che lo ha portato a creare opere di grande impatto visivo, anche nelle dimensioni, in luoghi e contesti diversi, dalle favelas di Rio de Janeiro, alla grande piazza della Piramide del Louvre, alla prigione di massima sicurezza di Tehachapi in California.

Progetto “GIANTS” dedicato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro

Palazzo Strozzi non è nuovo ad eventi del genere, ricordiamo l’istallazione dei canotti di Ai Wei Wei o l’interazione con gli spettatori nella bella mostra dedicata a Marina Abramović; infatti, come dichiara il Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi Arturo Galasino, questa mostra afferma ancora una volta la volontà di creare un dialogo tra antico e contemporaneo. La nuova opera di JR rappresenta un segnale forte di riflessione sulle difficili condizioni di accesso alla cultura nell’epoca della pandemia, ma allo stesso modo un coinvolgimento del pubblico all’insegna di valori come libertà, immaginazione creativa e partecipazione.

Progetto “GIANTS” dedicato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro

In un momento storico terribile per l’arte, dove i musei sono chiusi, le mostre ferme e la possibilità di viaggiare negata, tutti aspetti che impediscono di fruire l’arte, la scelta di creare un’opera visibile a tutti nella facciata di una palazzo storico come quella di Palazzo Strozzi, diventa un invito a ritrovare un filo diretto con l’arte, e, secondo me, un gesto di coraggio e di enorme generosità.

Il piccolo Kikito sul suolo messicano alla frontiera statunitense, progetto Inside Out di JR

JR, all’anagrafe Jean René, nasce in Francia nel 1983, inizia i suoi progetti già nel 2004 con 28 Millimeters, poi Face 2 Face in Medio Oriente, a Women Are Heroes (prima del Me Too e della moda, ruffiana, del femminismo too court) in Kenya e in Brasile. Nel 2011 vince il prestigioso Ted Prize, realizzando un progetto globale di arte partecipativa in cui le persone di tutto il mondo possono ricevere un manifesto del proprio ritratto ed esporlo in un luogo pubblico per sostenere un’idea o un progetto. Trasformando quindi i propri messaggi in opere d’arte.

Un’immagine dalla serie “Ballet” in collaborazione con il New York City Ballet

Ha collaborato con il New York City Ballet per raccontare la sua visione delle rivolte nel quartiere di Clichy-Montfermeil (dove è cresciuto). Poi nel 2016, su invito del   Louvre, ha fatto sparire la piramide grazie ad una sorprendente anamorfosi; a Rio de Janeiro, durante le Olimpiadi, ha creato gigantesche istallazioni scultoree in tutta la città, per celebrare la bellezza del gesto olimpico. Suoi anche alcuni documentari presentati in importanti palcoscenici del cinema come quello di Cannes.

“Omelia Contadina”, progetto di JR e di Alice Rohrwacher 

Retrospettive di JR si sono svolte a Tokyo, a Cincinnati, a Baden Baden, ad Hong Kong… Nel 2019 JR con la regista Alice Rohrwacher ha realizzato il progetto “Omelia Contadina” a Venezia e a San Gimignano, una denuncia sulla perdita dell’identità contadina e sul declino della sua tradizione (allegoria di un funerale).

   

“JR mood” di Beatrice Brandini

Sono molto curiosa di ammirare cosa farà JR nella nostra città, e felice di vedere che  l’arte si evolve con direttori e curatori illuminanti.

Buona vita a tutti!

Beatrice

 

 

4 commenti su “JR a Firenze con LA FERITA

  1. Che notizia interessante, anche io come lei, sono molto curiosa di vedere come trasformerà Palazzo Strozzi, bella iniziativa in una città come Firenze che deve guardare al futuro. Romina

  2. Dopo il suo post sono stata a vederlo, per fortuna prima che chiudessero ancora una volta il mio comune e diventasse zona rossa.
    Grazie perché altrimenti non l’avrei saputo e, probabilmente, visto!
    Romina

  3. Seguo sempre il tuo blog pieno di moda, arte, cultura . Condividi con il tuo pubblico tante cose bellissime e per questo voglio ringraziarti . Ettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *