Milano Unica: tendenze Primavera/Estate 2020

MilanoUnica, Primavera – Estate 2020

Mood board “FUNKY” di Beatrice Brandini

Come sempre interessantissimo l’incontro con il preview di Milano Unica per le tendenze della Primavera – Estate 2020. 

La location era la fascinosissima Fabbrica Orobia, una struttura lasciata volutamente allo stato originale, ovvero quello di una vecchia fabbrica industriale del 1920. Il tutto nel cuore di Milano, in una zona che sta diventando polo di riferimento per arte, cultura e naturalmente moda (anche grazie alla Fondazione Prada, lì accanto). “La presentazione si svolge per la prima volta alla Fabbrica Orobia, una location che vanta una lunga storia industriale. – spiega il Presidente di Milano Unica Ercole Botto PaolaE’ il nostro modo di rendere omaggio alla tradizione manifatturiera e al saper fare dell’industria tessile italiana, ma anche di stimolare un approccio sempre più concreto verso innovazione e sostenibilità…”

   

Overview della presentazione tendenze Milano Unica a Fabbrica Orobia

Overview della presentazione tendenze Milano Unica a Fabbrica Orobia

Il tema di questa edizione, segnando l’avvio del percorso verso l’edizione di Milano Unica che si svolgerà a febbraio 2019, era la musica rappresentata da tre generi diversi, i quali, a loro volta, influenzano cultura, folclore, abitudini e quindi moda.

“Milano Unica MUSIC MENU” parla ai cinque sensi: l’udito (la musica in sottofondo, accompagnava creativamente ogni istallazione), la vista (non solo le proposte tessili, ma anche la luce e le istallazioni erano completamente diverse rispettando il tema che accompagnavano), il gusto (il cibo come veicolo di aggregazione, ma anche di diverso carattere e approccio creativo), il tatto ecc. , ci si immerge nelle nuove tendenze che sempre di più vogliono essere un messaggio di mescolanza fra generi e culture diverse.

Culture legate ai sapori del cibo come quelle attente alle novità musicali, “vecchi” e giovani, tradizione e innovazione, passato e futuro. Questo lo scenario su cui il direttore artistico Stefano Fadda ha elaborato “Milano Unica MUSIC MENU”.

Due sono i gli ambiti di riferimento di questo nuovo “jungle” di Milano Unica MUSIC MENU, la musica e il cibo, tradizione e futuro, gusti e tendenze, culture e popoli.

Il primo tema è: 2080 – Cous Cous Rap, tema che  mette in relazione il ritmo e la metrica veloce della musica rap. Street Style, in cui l’avverbio over caratterizza e accompagna ogni ogni altra parola: over coloured, over sized, over shaped, over fitted, etc. Mescolanze culturali e stimoli speziati diventano il codice d questa estetica, iperdecorata e sub – urbana. Bruno Mars è il testimonial perfetto.

Mood Board 2080 COUS COUS RAP di Beatrice Brandini

Mood Board 2080 COUS COUS RAP di Beatrice Brandini

Mood Board 2080 COUS COUS RAP di Beatrice Brandini

Mood Board 2080 COUS COUS RAP di Beatrice Brandini

Mood Board 2080 COUS COUS RAP di Beatrice Brandini

Mood Board 2080 COUS COUS RAP di Beatrice Brandini

Il secondo tema è: 2050 – Bon Bon Jazz, nasce dall’idea di un jazz club senza tempo in cui uomini e donne elegantissimi si incontrano, ballando o ascoltano della buona musica. I tessuti sono cremosi, delicati, eterei, vaporosi e patinati in poche parole perfetti. Tema Glamour e cosmopolita. Frank Sinatra, Dean Martin, ma anche Grace Kelly o Audrey Hepburn sarebbero stati gli interpreti perfetti.

Mood Board 2050 – BON BON JAZZ di Beatrice Brandini

Mood Board 2050 – BON BON JAZZ di Beatrice Brandini

Mood Board 2050 – BON BON JAZZ di Beatrice Brandini

Mood Board 2050 – BON BON JAZZ di Beatrice Brandini

Mood Board 2050 – BON BON JAZZ di Beatrice Brandini

Il terzo tema è: 2070 – FUNKY TABBOULEH, il mondo della disco e delle discoteche, con le sue meravigliose protagoniste che si chiamavano Donna Summer, Diana Ross, Cher… immerse in atmosfere mediorientali, fra tabbouleh, humus e babaganoush, prelibatezze della ricca e conviviale cucina libanese. Lo stile di questo tema è carico e opulente, ricco di echi metallici dati dai lamé, dai lurex, dai cangianti. Colori squillanti e forti.

Mood board 2070 – FUNKY TABBOULEH di Beatrice Brandini

Mood board 2070 – FUNKY TABBOULEH di Beatrice Brandini

Mood board 2070 – FUNKY TABBOULEH di Beatrice Brandini

Mood board 2070 – FUNKY TABBOULEH di Beatrice Brandini

Mood board 2070 – FUNKY TABBOULEH di Beatrice Brandini

Mood board 2070 – FUNKY TABBOULEH di Beatrice Brandini

Le tre date 2080, 2070 e 2050 rappresentano da una parte una proiezione in un futuro non molto lontano e dall’altra accennano ad un passato che ancora ricordiamo poiché legato a ricordi importanti, ma soprattutto a codici estetici entrati di diritto nell’immaginario collettivo di tutti noi, giovanissimi (per remake e contaminazioni sempre più frequenti) e meno giovani.

Quest’incontro è davvero un appuntamento imprescindibile per tutti i professionisti del settore, proprio come ha affermato il Vice Presidente di Moda In con delega Milano Unica alle Tendenze Antonella Martinetto. 

E’ infatti perfettamente collocato all’interno del calendario, le proposte sono davvero tante, varie e tutte molto interessanti, in cui la volontà di intenti viene confermata (superata) dalle proposte esposte. E tutto questo, per noi che facciamo questo lavoro  (i cosiddetti “creativi”), è un’iniezione di energia, uno stimolo a lavorare al meglio, sfruttando le incredibili eccellenze che questa meravigliosa industria tessile del Made in Italy riesce a creare e realizzare ogni sei mesi.

Grazie Milano Unica, questi incontri fanno bene tanto alla mente quanto al “cuore”, perché la creatività ha bisogno anche di questo, ovvero empatia, serenità e tanta bellezza.

Buona vita a tutti!

Beatrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *