Tendenze Mare d’amare 2013

Glam

MOOD “GLAM” di Beatrice Brandini

Questa è una fiera decisamente efficace per chi opera nel settore del Beach. Tante le proposte e gli stand italiani e stranieri, si notava un piccolo ma importante segnale di ripresa. Anche in questo caso l’eccellenza italiana è un valore aggiunto di questo settore.

Bella l’idea di una Firenze adagiata su una spiaggia tropicale, (il manifesto della fiera), per la perfezione non c’è limite….

Ringrazio anche l’organizzazione, Toscana d’Amare srl, per essere “generosa” rendendo la vita di chi visita fiere meno complicata: nel fare una fiera gratuita,  nell’elargire cose utili al momento dell’accredito (una shopper e un ventaglio di carta pressata, Firenze in questi giorni è particolarmente calda!), infine per non essere snob come spesso accade in tante altre fiere….

Queste le macro tendenze individuate in fiera per l’Estate 2014, su di esse ho interpretato tre mood aggiungendo impressioni personali.

FRESH SPIRIT Tendenza colorata, ricca di effetti cromatici, di stampe e di texture bidimensionali. Motivi geometrici e colori solari come arancio, rosso, giallo.

EXOTIC GLAM Motivi etnici, stampe tropicali e floreali. Ma non è la solita influenza folcloristica, qui le collezioni diventano Glam e lussuose.Importante l’uso del particolare e dell’accessorio.

POWER PLAY Nuova attenzione al corpo umano, si cerca di valorizzarlo non solo con tagli sapienti e rivoluzionari, ma anche con tessuti dalle alte prestazioni; qui sono protagonisti: tessuti traspirabili, nuove vestibilità e tecniche di cuciture (laser, lamine, applicazioni tecno). Coulotte contenitive e reggiseni che rimandano alla corsetteria.

GEO EVOLUTION Una celebrazione della natura, con un messaggio etico di attenzione e rispetto. Sono lo studio della natura ad essere l’ispirazione di questo tema. Colori azzurro, turchese, verde, blu cobalto.

Tropical

MOOD “TROPICAL” di Beatrice Brandini  

  Saint-Tropez

MOOD “SAINT-TROPEZ” di Beatrice Brandini

Ho inoltre notato:

Fantasie che ricordano i migliori Pucci degli anni ’60.

Giochi cromatici ispirati alla Costa Azzurra di Brigitte Bardot, con i classici disegni Vichy, motivi di micro righe marinaie, pois monocromatici e effetti di tessuto goffrato.

Una piccola proposta fuori dal coro con effetti délavé e sfumati, in cui la palette si tingeva di colori polverosi e decisamente meno estivi (mauve, carta da zucchero, verde salvia).

Molti ancora gli effetti Camouflage, con tagli vivi per rendere ancora più aggressivo il capo.

Arancio e rosa, nelle loro innumerevoli sfumature (aragosta, mattone, rosso geranio…, fucsia, rosa confetto, lilla e glicine per una proposta più romantica e vintage).

Allego una sola fotografia; è una fiera molto concreta, diretta a fare ordini e meno rivolta all’immagine.

Luna di giorno   Luna di giorno

Di questo marchio, “Luna di Giorno”, mi ha colpito la raffinatezza della proposta esposta, una collezione che rimandava alle crociere degli anni ’30, quando viaggiare era davvero un lusso e appannaggio di pochi eletti. Spugna, righe ed effetti marina ripresi da maioliche, caratterizzavano la collezione. Bella!