Fernando Farulli: il Francis Bacon italiano con le sue moderne e potenti figure.

“Paesaggio” di Fernando Farulli

“Atomica bionda” di Beatrice Brandini

Sono sempre stata affascinata da questo grande artista, fu un vero colpo di fulmine dalla prima volta che vidi le sue opere. Tuttavia è un talento che non ha avuto, almeno non sempre, la legittima e meritata visibilità, con questo post vorrei “pareggiare i conti”.

   

Opere di Fernando Farulli

Fernando Farulli è stato un pittore fiorentino di indiscutibile talento. Titolare della cattedra  di pittura all’Accademia di Belle Arti, aderì ai movimenti “Arte Oggi” di Firenze e il “Pro e Contro” di Roma. Esordì,  nel 1963, con una personale a Roma, e, nello stesso anno,  con un’atra mostra alla Strozzina di Firenze, episodio che rappresentò la sua consacrazione, grazie soprattutto all’appassionata attenzione che Carlo Ludovico Ragghianti gli dedicherà fino alla fine, suo grande e fedele sostenitore.

“Ragazza” di Fernando Farulli

Negli anni successivi esporrà con personali a Pasadena, a Berlino, a Roma, Bruxelles, Milano, solo per citarne alcune, e contemporaneamente si dedicherà anche alla scenografia, con installazioni per il Maggio Musicale Fiorentino (1965).

Opera di Fernando Farulli

Fernando Farulli nasce a Firenze nel 1923, da una famiglia di operai perseguitata dai fascisti, episodio fondamentale per lo sviluppo artistico e poetico dell’uomo-artista. Farulli rappresenterà sempre la coscienza civile di quegli uomini che, dopo la seconda guerra mondiale, vollero contribuire alla ricostruzione (anche morale), attraverso l’arte e la bellezza, per questo le sue opere sono anche un’ importante testimonianza iconografica della storia di quei decenni. 

“Grande nudo di donna” di Fernando Farulli

“Ragazza” di Fernando Farulli

Nel 1941 espose alla Mostra nazionale dell’incisione a Modena …” un artista ricco di intelligenza. Belle alcune incisioni di natura morta che piacerebbero a Bartolini ”. Raffaello Franchi. Nel 1942, con tre incisioni, partecipò alla XXIII Biennale di Venezia. Nel 1948 fu invitato, con Nativi e Berti, all’8 Salon dei giovani alla Galerie des beaux-arts a Parigi.

“Autostrada del sole” di Fernando Farulli

“L’urlo dell’adolescente” di Fernando Farulli, 1972

“…Incominciando a conoscere il valore di alcuni grandi pittori, quali Picasso, Kandinsky, Rivera…, iniziai una nuova via verso una pittura che avesse un vero contenuto, cioè approfondisse di più certi valori, non solo estetici, ma principalmente umani, ed un adeguato linguaggio, aderente al nostro tempo di lotta e di ascesa di una nuova società…” 1950,  Fernando Farulli

Opera di Fernando Farulli

Paesaggio di Fernando Farulli

Mi piace molto Farulli con la sua pittura drammatica, con i suoi toni acidi, come se volessero crearsi dei varchi per narrare il suo messaggio. Anche quando rappresenta la natura, Farulli esprime sempre un senso di pacata tristezza; del resto c’era poco da ridere,  se si dava voce ad operai, alla nascita delle fabbriche, protagoniste assolute dei paesaggi urbani. Lo scopo della potente pittura di Farulli, infatti, era prevalentemente quello di affrescare la vita, il lavoro, le lotte operaie. 

Paesaggio di Fernando Farulli

Fernando Farulli “Maschere e Plexiglass”, 1968

Ma la cosa che mi seduce di più di questo artista, è la sua modernità. Si tratta infatti di opere che hanno sessanta, settanta, anche ottant’anni, e sono ancora incredibilmente moderne, attuali, potenti. Il suo neocubismo, almeno all’origine dei suoi lavori,  era molto personale, forse proprio perché esprimeva la necessità di parlare agli uomini, a tutti gli uomini, senza distinzione di genere. Ed è questo (messaggio) che lo rende ancora terribilmente  attuale.

Fernando Farulli “Liberi nuotatori di Atlantide”, dittico, 1984

“Ragazze al vernissage Fernando Farulli” di Beatrice Brandini

“Ragazza al vernissage Fernando Farulli” di Beatrice Brandini

“Ragazze al vernissage Fernando Farulli” di Beatrice Brandini

“Autoritratto” di Fernando Farulli

Buona vita a tutti

Beatrice

 

3 commenti su “Fernando Farulli: il Francis Bacon italiano con le sue moderne e potenti figure.

  1. I didn’t know this good Italian artist. I like him very much and thank you for talking about it in your blog. Pauline

  2. Sono un ex gallerista di Firenze e conosco il valore di Fermando Farulli. Purtroppo negli anni molti lo hanno un po’ “dimenticato “ . Ha fatto bene Signora o Signorina Beatrice a parlarne. Domenico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *